MILANO RINASCIMENTALE

le nuove forme del XV e XVI secolo

 

Gian Galeazzo Visconti, Francesco Sforza ma soprattutto Ludovico Il Moro avevano fatto di Milano nel XV secolo una delle corti più ammirate d’Europa. Alle spalle del castello si estendeva il grande parco ducale, una riserva di caccia in città, che vide presto nascere accento a sé una zona residenziale d’elite: affianco alla Chiesa delle Grazie, in suburbio porte vercelline, il Moro individua il luogo per costruire una città senza stare alle regole della città. Ludovico chiama ad abitarlo le famiglie più fedeli, gli Atellani, i Botta, i Guiscardi, i Medici, gli Stanga, i Sanseverino.

Ci sono tanti altri luoghi in Milano che ci testimoniano un'epoca in cui la città ha davvero registro, è diventata "moderna", dal Cenacolo a Santa Maria presso San Satiro all'Ospedale della Ca' Granda, da San Maurizio al Monastero Maggiore a Santa Maria alla Porta. La mente è (soprattutto) quella di Ludovico il Moro, le mani sono tra le migliori che la storia dell'arte abbia conosciuto: da Leonardo da Vinci a Bernardino Luini, dalla famiglia Solari a Donato Bramante passando per il Filarete.

Non sono previste visite in interno. 
La visita potrà includere materiale didattico ideato e realizzato da Ambarabart.